Una squadra davvero speciale!

Grazie all’invito di sua sorella, Filippo Gamberoni racconta che è andato a provare un nuovo sport a Volargne frazione di Dolcè nella Val d’Adige in provincia di Verona. E così dopo l’esperienza calcistica, sperimenta il “Touch” ossia il Rugby del tocco e lì scopre un gioco che lo appassiona e la grande famiglia che c’è in questo ambiente. E’ un bel contesto, si sta bene e ci si diverte. Così Filippo comincia a dedicarsi a questo sport. Quando sono iniziati i Tornei l’esperienza è diventata ancora più coinvolgente: partenza alle nove del mattino e ritorno alla sera. Durante il giorno ogni squadra disputa diverse partite e quando poi si finisce il Torneo, si va tutti insieme a condividere la cena. E’ un altro modo di vivere lo sport!

Filippo Gamberoni

LO SPORT

Il Touch arriva dall’Australia: è il “rugby del tocco”, uno sport semplice e di facile apprendimento. Un’attività coinvolgente e aperta alle squadre miste senza limiti di età. Niente più contrasto fisico, solo un tocco dell’avversario ostacola la corsa alla meta. E’ un gioco più dinamico e veloce rispetto al rugby che riprende da questo gioco la palla ovale, alcune regole di base, come il passaggio indietro e la realizzazione della meta, ma soprattutto lo spirito di profonda onestà e rispetto nei confronti dell’avversario. La squadra, composta da sei giocatori, può essere mista e le categorie ricoprono fasce d’età che vanno dai giovanissimi, agli over 40: uno sport aperto a tutti da giocare in particolare d’estate che sta appassionando sempre un maggior numero di italiani. Le competizioni ufficiali sono dirette da tre arbitri.

Il bello di questo sport è che chiunque può partecipare; non serve essere alti due metri e muscolosi perchè con un tocco l’avversario può fermarti. Quindi è uno sport altamente inclusivo, tutti possono giocare e divertirsi rispettando le regole e l’avversario. Filippo diventa così un appassionato giocatore del “Touch Rugby Club Dolcè” ed è talmente bravo e presente che il Presidente dell’Associazione di Dulcè, Massimo Dalle Vedove, gli chiede se ha piacere di fare un corso come allenatore. Così fa il corso a Verona e lo diventa.

Nel mondo questo sport è molto conosciuto e praticato ma in Italia non conta ancora molti seguaci. La vera sfida però è quella di coinvolgere i bambini e i ragazzi che nel primo incontro sono solo tre con cinque allenatori. Così Filippo e gli altri inventano uno stratagemma: -Chi porta più amici al prossimo allenamento, vince un gadget!- La volta successiva si presentano quindici tra bambini e ragazzi e da lì è un crescendo nonostante il periodo di pandemia. Oggi il gruppo è formato da ventisette giovanissimi che provengono dai due comuni della Valdadige di Dolcè e Brentino Belluno. Con le loro famiglie sono partecipi ed entusiasti. Gli allenamenti sono da due ore e in questo tempo ci si allena, si parla e si sta in compagnia. Il bello di questa esperienza è che si partecipa perchè è motivo di aggregazione e di condivisione.

La squadra dei giovanissimi con i loro allenatori

Davanti i tre bimbi di soli cinque anni

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il contributo del signor Vincenzi che ha creduto in noi…

Per la sua tesi di Laurea Filippo ha la fortuna di incontrare il signor Giuseppe Vincenzi fondatore e patron della “Matilde Vincenzi biscotti” che gli racconta la sua storia. Possedeva una piccola bottega di pane a San Giovanni Lupatoto in provincia di Verona e aveva questo sogno: che i suoi biscotti fossero conosciuti e apprezzati in tutto il mondo. Con il suo impegno, la sua tenacia e un pizzico di fortuna, egli lo ha oggi concretizzato.

Filippo ascoltando questo racconto comprende che è affine al sogno che lui e altri giovani allenatori di Touch, hanno. Così parla della loro ambizione al signor Vincenzi dicendogli: ” Anche noi siamo giovani e abitiamo in provincia di Verona. Anche noi, come lei da giovane, abbiamo un sogno: quello di avere la prima squadra in Italia di Touch Rugby di bambini e ragazzi. che vanno dai sei ai quattordici anni. Vorrebbe essere il nostro sponsor? “

“Se puoi sognarlo puoi farlo!” così disse Walt Disney; Lui c’ha creduto davvero e ha creato un impero! Senza sogni non si può vivere…

La cosa che più piacevolmente colpisce Filippo e i suoi amici è che il signor Vincenzi risponde alla mail con una lettera di suo pugno, dove accetta. Questo fatto desta grande gioia nel cuore di tutti, giovanissimi, allenatori e famiglie. Tutti provano ammirazione e gratitudine nei confronti di quest’uomo poichè non è facile aver fiducia in una squadra che in questo momento storico è l’unica per questa fascia d’età che esiste in Italia. Ma il signor Vincenzi dimostra visione e fiducia, tipica dei grandi imprenditori.

Nelle magliette che indossano i ragazzi ,c’è il logo “Mister Day” che è la sua linea di prodotti dedicata ai più giovani. Questa è la prima squadra italiana di Touch Rugby di bambini di cui giustamente qui a Dolcè tutti vanno orgogliosi.

Filippo narra questa avventura mentre siamo a Corte Capetti a Dolcè nella sede degli Alpini dove si sta svolgendo la Festa del Touch giovanissimi. Mentre sono lì vedo tante persone, famiglie, giovani e meno giovani, che “fanno squadra”. Gli alpini che hanno preparato i panini e le bevande; i bambini che cantano e si muovono insieme su di un piccolo palco; I genitori che partecipano e parlano insieme. Ecco lo spirito che vedo: quello di una comunità!

Il giovane presidente della Federazione Nazionale del Touch, Stefano Dalle Vedove ci comunica che il 9 Aprile prossimo gli allenatori del “Touch Rugby Club Dolcè” saranno a Cagliari a fare una lezione di presentazione dello sport in aula e allenamento pomeridiano con i bambini di quella zona. Sarebbe bello e auspicabile far conoscere questo sport ai bambini e ai ragazzi delle scuole a partire dalla primaria e Filippo si rende disponibile!

Che ne dite bambini? Li invitiamo prossimamente???🏉🏈 👦🏻👱🏻‍♀️ 🏃🏻‍♂️🏃🏻‍♀️

Io non vedo l’ora!

Evviva i sogni, lo sport e l’amicizia! Un grande abbraccio dalla vostra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...