Tredicesima puntata di Alina canterina

STORIA DI ALINA CANTERINA, DEI SUOI AMICI E DI UN SOGNO di M. Varago

TITTI GIORNALISTA PUBBLICISTA – TREDICESIMO EPISODIO

La notizia dell’ irascibile direttore e della gattina che miagolava l’aria d’opera, balzò di bocca in bocca per tutta la città. Ne parlavano le signore dal parrucchiere e i signori dal barbiere, finchè giunse alle orecchie di Titti. Titti era una giovane di ventiquattro anni che fin da piccola aveva la passione per tutte le notizie ed i pettegolezzi anche perché la nonna milanese le raccontava “speteguless” in gran quantità e lei era cresciuta con una fame insaziabile di ogni tipo di gossip, per questo era diventata la na giornalista pubblicista.

Titti era una giovane di circa ventiquattro anni che fin da piccola aveva la passione per tutte le notizie ed i pettegolezzi…

Ogni notizia, piccola e granden. era per lei cibo quotidiano, soprattutto le cose più divertenti e strane. Questa della gattina che canta arie d’opera, le appariva davvero bizzarra ma molto interessante! Così decise di approfondire la questione . Andò dal parrucchiere da cui la zia materna aveva sentito la notizia, per saperne di più. Costui era anche il parrucchiere della signora Nora infatti le acconciava i capelli per i concerti. Titti arrivò da lui fingendosi una cliente come tutte le altre.

– Buongiorno, ho prenotato per un taglio e una messa in piega – disse entrando nel salone.

-Buongiorno signorina, si accomodi pure, tra un attimo sarò da lei-.

Il parrucchiere era un uomo di trentotto anni, moro e con la barba. Le sue mani tagliavano in modo preciso ed impeccabile i capelli bruni di una bella signora con la quale colloquiava amabilmente. –Ha sentito di quel fatto accaduto ieri al Teatro filarmonico? No? Allora deve assolutamente saperlo! Pensi che una mia cliente, suona nell’orchestra e me l’ ha raccontato ! –

Davvero? – rispose la signora.

Eh sì! Mentre stavano facendo una pausa a causa di un direttore dal caratteraccio davvero impossibile, la gattina in questione è andata sopra il pianoforte e ha cominciato a miagolare un’aria dell’opera. Tutti sono rimasti estasiati ma il direttore, che il signore se lo porti, villano e burbero, l’ha voluta cacciare. Pensi che per colpa sua, la piccola padroncina ha pianto per ore! –    

Il parrucchiere raccontava alla signora ciò che era accaduto al Teatro Filarmonico: una gattina canterina cacciata dal direttore!

                                                      La signora meravigliata esclamò:

Ma dice sul serio? Una gatta che conosce le canzoni d’opera?… Ma non ci posso credere! –

Eppure la mia fonte è attendibilissima! – rispose il parrucchiere.

– Ehm , mi scusi, ho sentito quello che ha appena riferito! Trovo che sia una notizia incredibile! Un gatto che sa cantare!  Io però le credo!  Continui, continui pure! – Così dicendo, Titti avviò il discorso con l’uomo il quale non si lasciò perdere l’occasione di spettegolare! Così la signorina Titti seppe il nome e l’indirizzo della signora Nora. Appena uscita dal salone, con la sua bella chioma perfetta, cercò su Google e trovò il numero di telefono. Così tutta eccitata e ancora incredula, lo compose nella speranza di poter fare uno scoop ! Ma nessuno rispose. Erano tutti fuori casa.

Nella dimora c’era Alina che stava acciambellata sul divano e Din-Don sul trespolo tranquillo. Ogni tanto era come se si risvegliasse da un sonno profondo. Sbatteva gli occhi e fischiava un motivetto. Alina lo guardava e rideva ignara di ciò che stava succedendo… (Il racconto continua…) -tutti i diritti riservati-

Alina e Din Don erano in casa tranquilli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...